0421 382060 (6 linee ricerca automatica)
info@martinassociati.it

Dottori Commercialisti in Jesolo Lido (VE)

Novita’ fiscali 2019

Novita’ fiscali 2019

È stata approvata definitivamente la “Legge di bilancio 2019”, c.d. Finanziaria 2019, contenente le seguenti interessanti novità di natura fiscale, in vigore dall’1.1.2019, che di seguito riassumiamo.

INTERESSI PASSIVI IMPRESE IMMOBILIARI
In sede di approvazione è prevista la non rilevanza ai fini dell’applicazione dell’art. 96, TUIR degli interessi passivi relativi a finanziamenti garantiti da ipoteca su immobili destinati alla locazione per le società che svolgono in via effettiva e prevalente attività immobiliare. Per tale ragione i suddetti interessi risulteranno interamente deducibili.
ESTENSIONE REGIME FORFETARIO
Al regime forfetario riservato alle persone fisiche (imprese e lavoratori autonomi), è previsto un unico requisito di accesso costituito dal limite dei ricavi / compensi pari ad € 65.000 ragguagliati ad anno per tutti i contribuenti (non risultano variati i coefficienti di redditività), da verificare con riferimento all’anno precedente.
È confermata l’eliminazione dei seguenti requisiti di accesso:
• spese sostenute per l’impiego di lavoratori non superiori a € 5.000 lordi annui;
• costo complessivo dei beni strumentali al 31.12, al lordo degli ammortamenti, non superiore a € 20.000.
Cause di esclusione
il regime in esame non può essere adottato dai soggetti che:
• contemporaneamente all’esercizio dell’attività, partecipano a società di persone / associazioni professionali / imprese familiari ovvero controllano direttamente o indirettamente srl o associazioni in partecipazione, le quali esercitano attività economiche direttamente o indirettamente riconducibili a quelle svolte dall’imprenditore / lavoratore autonomo;
• esercitano l’attività prevalentemente nei confronti di datori di lavoro con i quali sono in corso rapporti di lavoro o erano intercorsi rapporti nei 2 anni precedenti.
DEDUCIBILITÀ IMU IMMOBILI STRUMENTALI
In sede di approvazione è stato previsto l’aumento dal 20% al 40% della deducibilità dal reddito d’impresa / lavoro autonomo dell’IMU relativa agli immobili strumentali.
FLAT TAX
È confermata la possibilità, a decorrere dal 2020, di applicare al reddito d’impresa / lavoro autonomo determinato nei modi ordinari un’imposta sostitutiva dell’IRPEF, addizionali regionali e comunali, e dell’IRAP pari al 20%, da parte delle persone fisiche imprenditori / lavoratori autonomi che nel periodo d’imposta precedente a quello per il quale è presentata la dichiarazione hanno conseguito ricavi / percepito compensi, compresi tra € 65.001 e € 100.000 ragguagliati ad anno.
I contribuenti (persone fisiche) che applicano l’imposta sostitutiva:
• non sono tenuti ad operare le ritenute alla fonte;
• sono esonerati dall’applicazione dell’IVA, fermo restando l’obbligo di fatturazione elettronica.
Non possono applicare il nuovo regime in esame i seguenti soggetti:
• persone fisiche che si avvalgono di regimi speciali ai fini IVA o di regimi forfetari per la determinazione del reddito;
• soggetti non residenti;
• soggetti che in via esclusiva / prevalente effettuano cessioni di fabbricati o porzioni di fabbricato, o di mezzi di trasporto nuovi;
• esercenti attività d’impresa / lavoratori autonomi che partecipano, contemporaneamente all’esercizio dell’attività, a società di persone, associazioni o imprese, ovvero che controllano direttamente / indirettamente srl / associazioni in partecipazione esercenti attività direttamente / indirettamente riconducibili a quelle svolte dall’imprenditore / lavoratore autonomo.
NUOVO REGIME PERDITE D’IMPRESA
È stata modificata la disciplina per il riporto delle perdite di impresa, pertanto “a regime”:
• per le imprese in contabilità semplificata e in contabilità ordinaria;
• per i soci di società di persone in contabilità semplificata e in contabilità ordinaria;
si applicano le stesse regole previste per le società di capitali.
In via transitoria la nuova regola (ossia compensazione e riporto nel limite dell’80%), subisce le seguenti deroghe limitatamente alle perdite delle imprese in contabilità semplificata e a quelle derivanti da partecipazioni in società in contabilità semplificata:
• le perdite maturate nel 2018 sono compensabili nel 2019 in misura non superiore al 40% del reddito e nel 2020 in misura non superiore al 60% del reddito;
• le perdite maturate nel 2019 sono compensabili nel 2020 in misura non superiore al 60%.
È prevista altresì una disposizione transitoria per le perdite maturate nel 2017, che risolve la questione delle perdite formatesi nel 2017 in capo ai soggetti in contabilità semplificata con rimanenze di magazzino rilevanti a causa del passaggio obbligatorio al regime di cassa.
DETRAZIONE IRPEF CANI GUIDA NON VEDENTI
In sede di approvazione, con la modifica del comma 1-quater dell’art. 15, TUIR, è aumentata a € 1.000 (in precedenza € 516,47) la detrazione forfetaria spettante ai non vedenti per il mantenimento dei cani guida.
TASSAZIONE AGEVOLATA UTILI REINVESTITI
È confermata l’introduzione, a decorrere dal 2019, della tassazione agevolata degli utili reinvestiti, ossia la possibilità di assoggettare il reddito complessivo netto delle società di capitali all’aliquota IRES del 15% per la parte corrispondente all’utile 2018, accantonato a riserve diverse da quelle non disponibili.
Per le società trasparenti l’agevolazione è attribuita a ciascun socio in misura proporzionale alla quota di partecipazione agli utili.
Le nuove disposizioni sono applicabili anche da parte degli imprenditori individuali e delle snc / sas in contabilità ordinaria.
FATTURA ELETTRONICA OPERATORI SANITARI
In sede di approvazione sono state modificate le semplificazioni in materia di fatturazione elettronica per gli operatori sanitari, recentemente introdotte dal DL n. 119/2018, c.d. “Collegato alla Finanziaria 2019”.
Ai sensi del nuovo articolo, per il 2019, i soggetti tenuti all’invio dei dati al STS (sistema tessera sanitaria) non possono emettere (in precedenza esonerati dall’obbligo di emettere) fatture elettroniche con riferimento alle fatture i cui dati sono da inviare al STS.
CONTRIBUTO ACQUISTO / ADATTAMENTO REGISTRATORE DI CASSA PER MEMORIZZAZIONE / TRASMISSIONE DEI CORRISPETTIVI
È rivisto il contributo, per il 2019-2020, per l’acquisto / adattamento degli strumenti al fine della memorizzazione elettronica / trasmissione telematica dei corrispettivi pari al 50% della spesa sostenuta per un massimo di € 250 in caso di acquisto / € 50 in caso di adattamento, per ogni strumento; ora è concesso sotto forma di credito d’imposta da utilizzare in compensazione nel mod. F24 (in precedenza sotto forma di sconto praticato dal fornitore).
CEDOLARE SECCA IMMOBILI COMMERCIALI
È confermata l’applicazione della cedolare secca del 21% ai contratti stipulati nel 2019 relativi a unità immobiliari classificate nella categoria catastale C/1 (negozi e botteghe) di superficie fino a 600 mq, escluse le pertinenze, e le relative pertinenze locate congiuntamente.
PROROGA IPER AMMORTAMENTO / CESSAZIONE MAXI AMMORTAMENTO
È confermata la proroga dell’iper ammortamento, ossia della maggiorazione del costo di acquisizione dei beni strumentali, destinati a strutture produttive situate in Italia, a favore delle imprese che effettuano investimenti in beni nuovi finalizzati a favorire processi di trasformazione tecnologica / digitale secondo il modello “Industria 4.0”, ricompresi nella Tabella A, Finanziaria 2017.
La Finanziaria 2019 non prevede la proroga del maxi ammortamento ossia della maggiorazione del 30%, a favore delle imprese / lavoratori autonomi, del costo di acquisizione dei beni strumentali nuovi (che pertanto risulta applicabile agli investimenti effettuati fino al 31.12.2018).
ESTROMISSIONE IMMOBILE DITTA INDIVIDUALE
È stata riproposta l’estromissione dell’immobile da parte dell’imprenditore individuale. L’agevolazione, con effetto dall’1.1.2019:
• è riconosciuta agli immobili strumentali per natura, posseduti al 31.10.2018;
• riguarda le estromissioni poste in essere dall’1.1 al 31.5.2019;
• richiede il versamento dell’imposta sostitutiva dell’8%:
L’imposta sostitutiva va calcolata sulla differenza tra il valore normale dell’immobile e il relativo costo fiscalmente riconosciuto.
PROROGA DETRAZIONE RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA
È confermato il “differimento” del termine di sostenimento delle spese per i lavori agevolati (dal 31.12.2018 al 31.12.2019). Le tipologie di intervento nonché le relative percentuali di detrazione sono infatti invariate rispetto a quanto previsto per il 2018.
PROROGA DETRAZIONE INTERVENTI RECUPERO EDILIZIO
È confermata la proroga, per le spese sostenute fino al 31.12.2019 (anziché 31.12.2018), della detrazione IRPEF per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio di cui all’art. 16-bis, TUIR:
• nella misura del 50%;
• su un importo massimo di € 96.000.
PROROGA DETRAZIONE BONUS MOBILI ED ELETTRODOMESTICI
È confermata la proroga fino al 31.12.2019 della detrazione IRPEF del 50% prevista a favore dei soggetti che sostengono spese per l’acquisto di mobili / grandi elettrodomestici rientranti nella categoria A+ (A per i forni) finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di interventi di recupero del patrimonio edilizio, per il quale si fruisce della relativa detrazione.
PROROGA DETRAZIONE “BONUS VERDE”
È confermata la proroga anche per il 2019 della detrazione IRPEF del 36%, su una spesa massima di € 5.000 per unità immobiliare ad uso abitativo, fruibile dal proprietario / detentore dell’immobile.
CREDITO D’IMPOSTA RICICLAGGIO PLASTICA
È stato previsto il riconoscimento per il 2019 – 2020 di un credito d’imposta pari al 36% delle spese sostenute / documentate a tutte le imprese che effettuino acquisti di prodotti realizzati con materiali provenienti dalla raccolta differenziata di imballaggi biodegradabili e compostabili secondo la normativa UNI EN 13432:2002 o derivati dalla raccolta differenziata della carta / alluminio, fino ad un importo massimo di € 20.000 annui per ciascun beneficiario.
CANONE RAI
È confermato il riconoscimento a regime del canone RAI nella misura di € 90.
SALDO / STRALCIO SOMME ISCRITTE A RUOLO SOGGETTI IN GRAVE DIFFICOLTÀ ECONOMICA
In sede di approvazione, a favore delle persone fisiche che versano in una grave e comprovata situazione di difficoltà economica è prevista la possibilità di estinguere i debiti risultanti dai carichi affidati all’Agente della riscossione dall’1.1.2000 al 31.12.2017, derivanti:
• dall’omesso versamento delle imposte risultanti dalle dichiarazioni annuali e dai controlli automatizzati;
• dall’omesso versamento dei contributi dovuti alle Casse previdenziali professionali / Gestione separata INPS, esclusi quelli richiesti a seguito di accertamento.
Il soggetto interessato deve presentare entro il 30/04/2019 all’agente della riscossione un’apposita dichiarazione.
RIFINANZIAMENTO SABATINI-TER 2019 – 2024
Per incentivare l’acquisto di beni strumentali, in sede di approvazione, è previsto il rifinanziamento della c.d. “Sabatini-ter”
per il periodo 2019-2024.
LIMITE UTILIZZO CONTANTE TURISTI UE
In sede di approvazione è aumentato a € 15.000 (in precedenza € 10.000) ed esteso anche ad i soggetti residenti UE il limite di utilizzo del denaro contante per l’acquisto di beni / prestazioni di servizi legate al turismo effettuati presso commercianti al minuto / agenzie di viaggio / turismo dalle persone fisiche di cittadinanza diversa da quella italiana, con le modalità già previste per i cittadini extra UE.
INDENNIZZO ROTTAMAZIONE LICENZE
In sede di approvazione è riconosciuto (a regime), a decorrere dal 2019, l’indennizzo a favore dei commercianti che cessano l’attività consegnando la licenza in Comune.
A tal fine l’interessato deve presentare all’INPS una specifica domanda per la concessione dell’indennizzo. In particolare, l’indennizzo in esame spetta ai soggetti in possesso dei seguenti requisiti:
• 62 anni di età (57 se donne);
• iscrizione, al momento della cessazione dell’attività, per almeno 5 anni nella Gestione IVS commercianti.
L’indennizzo è pari all’importo del trattamento minimo di pensione previsto per gli iscritti alla Gestione IVS, che dal 2019 è pari ad € 513.
FATTURA ELETTRONICA A CONSUMATORI FINALI
È ora previsto che le fatture elettroniche emesse nei confronti dei consumatori finali sono rese disponibili dai servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate su richiesta dei consumatori stessi.
BONUS “ASILO NIDO”
In sede di approvazione è stato aumentato da € 1.000 a € 1.500 su base annua il bonus c.d. “asilo nido” per il triennio 2019 – 2021.
Il bonus è corrisposto in 11 mensilità per il pagamento delle rette relative alla frequenza di asili nido pubblici / privati, nonché per il supporto, presso la propria abitazione, dei bambini di età inferiore a 3 anni, affetti da gravi patologie croniche.
BONUS CULTURA 18ENNI
In sede di approvazione è riproposto anche per il 2019 il “bonus cultura” a favore dei residenti in Italia che compiono 18 anni nel 2019, al fine di promuovere lo sviluppo della cultura e la conoscenza del patrimonio culturale.
EROGAZIONI LIBERALI RISTRUTTURAZIONE IMPIANTI SPORTIVI
È confermato il riconoscimento di un credito d’imposta, c.d. “sport bonus”, a favore dei soggetti che effettuano nel 2019 erogazioni liberali per interventi di manutenzione / restauro di impianti sportivi pubblici e per la realizzazione di nuove strutture, ancorché destinati ai soggetti concessionari.

CREDITO D’IMPOSTA EDICOLE
In sede di approvazione è previsto il riconoscimento a favore degli esercenti attività commerciali operanti esclusivamente nella vendita al dettaglio di giornali, riviste e periodici, di un credito d’imposta di € 2.000, parametrato agli importi pagati a titolo di IMU, TASI, Cosap e TARI con riferimento ai locali dove si svolge l’attività di vendita, nonché ad altre eventuali spese di locazione / altre spese individuate dal MEF, anche in relazione all’assenza di punti vendita della stampa nel territorio comunale.
RIVALUTAZIONE BENI D’IMPRESA
In sede di approvazione è riproposta la rivalutazione dei beni d’impresa e delle partecipazioni riservata alle società di capitali ed enti commerciali che non adottano i Principi contabili internazionali, con le stesse modalità previste per l’anno 2018.
BONUS MALUS EMISSIONI CO2 AUTOVETTURE NUOVE
In sede di approvazione per i soggetti che acquistano, anche in leasing, ed immatricolano in Italia dall’1.3.2019 al 31.12.2021 un veicolo nuovo con prezzo risultante dal listino ufficiale della casa automobilistica produttrice inferiore a € 50.000 (IVA esclusa) è riconosciuto:
• un contributo parametrato al numero dei grammi di biossido di carbonio emessi per chilometro (CO2 g/km), a condizione che sia contestualmente rottamato un veicolo della medesima categoria Euro 1, 2, 3 e 4, così determinato:
CO2 g/km Contributo
0-20 € 6.000
21-70 € 2.500
• un contributo di entità inferiore parametrato al numero dei grammi di biossido di carbonio emessi per chilometro, in assenza della rottamazione di un veicolo della medesima categoria Euro 1, 2, 3 e 4, così determinato:
CO2 g/km Contributo
0-20 € 4.000
21-70 € 1.500

Il veicolo consegnato per la rottamazione deve essere intestato da almeno 12 mesi allo stesso soggetto intestatario del nuovo veicolo o ad un familiare convivente alla data di acquisto del veicolo.
Il contributo in esame è corrisposto all’acquirente dal venditore mediante compensazione con il prezzo di acquisto e non è cumulabile con altri incentivi di carattere nazionale.

È previsto inoltre a carico dell’acquirente, anche in leasing, di un veicolo nuovo di fabbrica il pagamento di un’imposta parametrata al numero di grammi di biossido di carbonio emessi per chilometro eccedenti la soglia di 160 CO2 g/km, a decorrere dall’1.3.2019 al 31.12.2021, così determinato:

CO2 g/km Imposta
161-175 € 1.100
176-200 € 1.600
201-250 € 2.000
Superiore a 250 € 2.500
DETRAZIONE ACQUISTO / POSA IN OPERA COLONNINE RICARICA VEICOLI
Per i soggetti che sostengono dall’1.3.2019 al 31.12.2021 spese relative all’acquisto / posa in opera di infrastrutture di ricarica dei veicoli ad energia elettrica, compresi i costi iniziali per la richiesta di potenza addizionale fino ad un massimo di 7 kW, è riconosciuta una detrazione:
• pari al 50% delle spese sostenute;
• calcolata su un ammontare complessivo non superiore a € 3.000;
• ripartita tra gli aventi diritto in 10 quote annuali di pari importo;
• applicabile anche alle spese documentate rimaste a carico del contribuente per l’acquisto / posa in opera di infrastrutture di ricarica sulle parti comuni di edifici condominiali.
Le infrastrutture di ricarica oggetto della nuova detrazione devono essere dotate di uno o più punti di ricarica di potenza standard non accessibili al pubblico.
PROROGA RIVALUTAZIONE TERRENI E PARTECIPAZIONI
È confermata la possibilità di rideterminare il costo d’acquisto di:
• terreni edificabili e agricoli posseduti a titolo di proprietà, usufrutto, superficie ed enfiteusi;
• partecipazioni non quotate in mercati regolamentati, possedute a titolo di proprietà / usufrutto;
alla data dell’1.1.2019, non in regime d’impresa, da parte di persone fisiche, società semplici e associazioni professionali, nonché di enti non commerciali, con le medesime modalità dell’anno 2018.
In sede di approvazione è stata aumentata l’imposta sostitutiva dovuta che risulta ora fissata nelle seguenti misure:
• 11% (in precedenza 8%) per le partecipazioni qualificate;
• 10% (in precedenza 8%) per le partecipazioni non qualificate;
• 10% (in precedenza 8%) per i terreni.
ABROGAZIONE IRI
È confermata l’abrogazione dell’Imposta sul reddito d’impresa (IRI) a decorrere dal periodo d’imposta successivo a quello in corso al 31.12.2017 (in generale dal 2018).
ACQUISTO VEICOLI ELETTRICI / IBRIDI
In sede di approvazione è previsto il riconoscimento nel 2019, a favore dell’acquirente in Italia, anche in leasing, di un veicolo elettrico / ibrido nuovo di fabbrica, di potenza inferiore o uguale a 11 kW, delle categorie L1 e L3 con rottamazione di un veicolo delle stesse categorie, di un contributo pari al 30% del prezzo d’acquisto (corrisposto dal venditore mediante compensazione con il prezzo d’acquisto) fino ad un massimo di € 3.000 nel caso in cui il veicolo rottamato sia di categoria Euro 0, 1 e 2.
ABROGAZIONE ACE
È confermata la soppressione dal 2019 dell’agevolazione ACE.
Tuttavia continua a trovare applicazione l’eccedenza ACE 2018 la quale potrà essere riportata (e dedotta) nei periodi d’imposta successivi ovvero trasformata in credito d’imposta ai fini IRAP.
ABROGAZIONE AGEVOLAZIONI IRAP
In sede di approvazione è stata disposta l’abrogazione del credito d’imposta, pari al 10% dell’IRAP lorda a favore dei soggetti che non si avvalgono di lavoratori dipendenti.
AGEVOLAZIONE IMU IMMOBILI IN COMODATO
In sede di approvazione, per effetto dell’integrazione dell’art. 13, comma 3, lett. 0a), DL n. 201/2011, la riduzione del 50% della base imponibile IMU prevista per le unità immobiliari (escluse quelle classificate nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9) concesse in comodato ai parenti in linea retta entro il primo grado che le utilizzano come abitazione principale, è riconosciuta, in caso di decesso del comodatario, al relativo coniuge in presenza di figli minori.

ATTENZIONE: INVENTARIO RIMANENZE 2018
ricordiamo l’obbligo della stesura dell’inventario delle rimanenze al 31/12/2018, da inserire in contabilità. Vi invitiamo a predisporlo e consegnarlo allo studio quanto prima.

Comments are closed.